Conferenza CSE

Testo NIS: la versione preliminare.

742

Come segnalato ai nostri lettori, lo scorso giovedì 8 febbraio il Consiglio dei Ministri ha approvato in via preliminare lo Schema del decreto legislativo di recepimento della Direttiva NIS, che pubblichiamo nella versione entrata in Consiglio che a quanto appreso non dovrebbe avere avuto modifiche.

Come specifica il nostro partner Public Affairs Advisors, lo schema di decreto deve essere trasmesso alle Camere e sottoposto al parere delle Commissioni parlamentari competenti che dovranno esprimersi entro i 20/30 giorni successivi all’assegnazione.

Tuttavia, complice la campagna elettorale, per la settimana in corso non sono previste convocazioni delle Commissioni di Camera e Senato: prima dell’insediamento del nuovo Parlamento è dunque improbabile che le Commissioni rilascino i rispettivi pareri, a meno di – ipotesi remota – un esame affrettato nella settimana dal 19 al 23 febbraio.

Le Commissioni alle quali lo schema di decreto sarà assegnato sono certamente le 1 (Affari costituzionali) e 4 (Difesa) per l’espressione dei pareri, mentre le altre Commissioni potrebbero essere coinvolte per l’espressione di eventuali rilievi – in primis alle Commissioni 10 Attività produttive/Industria e Trasporti e telecomunicazioni (9 alla Camera e 8 al Senato).

Il recepimento, con la pubblicazione del Provvedimento in Gazzetta Ufficiale, deve avvenire entro il 9 maggio, ma sono frequenti ritardi di settimane e anche mesi. Inoltre è da tenere presente che entro i 24 mesi successivi alla data di entrata in vigore del decreto, il Governo potrà comunque adottare disposizioni integrative e correttive.

QUI IL TESTO

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.