Conferenza CSE

Report 1° Conferenza Nazionale CSE – Cyber Security Energia

755

SUMMARY
Premessa
Negli ultimi due anni le Utilities e il trasmettitore di rete elettrica nazionale (TERNA) italiani sono stati proiettati pienamente nel processo di trasformazione delle reti che ha visto la forte penetrazione della generazione:
 distribuita-decentralizzata;
 intermittente da fonti rinnovabili.
Il processo di cambiamento ha chiamando in causa un profondo ripensamento del modello di business delle Utilities e l’importante ruolo delle compagnie dell’Information & Communication Technology (ICT) che con le loro soluzioni tecnologiche per la misurazione, integrazione, analisi, modellazione e gestione dei dati, stanno collaborando alla realizzazione di una rete di telecomunicazioni adeguata e robusta volta ad inserire “intelligenza” in modo diffuso nelle attività delle utilities: fornitura e gestione di energia, acqua e anche mobilità.
Per il futuro, il sistema energetico italiano, così come quello europeo, evolverà verso una sempre maggiore penetrazione delle fonti rinnovabili intermittenti e decentralizzate all’interno dei sistemi energetici e l’informatizzazione delle infrastrutture energetiche e delle utenze crescerà di conseguenza al fine di migliorare l’efficienza e la sostenibilità dei flussi di energia bi-direzionali.
L’informatizzazione delle infrastrutture energetiche non ha riguardato solo il settore elettrico e delle fonti rinnovabili. L’applicazione dell’ICT ha acquisito un ruolo crescente anche nell’industria dell’Oil&Gas dove sia le fasi di esplorazione- produzione sia trasmissione-distribuzione hanno fatto registrare significatici avanzamenti con l’ausilio dell’informatizzazione dei processi.
L’integrazione tra impianti industriali, infrastrutture energetiche e reti informatiche renderà sempre più necessario per l’industria e i gestori delle reti di trasmissione- distribuzione un’attenta analisi dei rischi connessi a questo nuovo modello e l’adozione di strumenti adeguati per proteggersi da eventuali attacchi informatici.

 

Leggi e scarica il Report completo QUI

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.